Torta di zucca e cioccolato

26.10.14


Abbiamo passato le ultime due settimane alla ricerca della torta di zucca perfetta. Una che ci facesse compagnia accanto alla tazz(on)a di tea delle cinque e sentire finalmente il sapore e il profumo dell'autunno. Tra cake e pumpkin pie buoni, ma che non ci avevano convinto appieno, è spuntata questa: rustica, semplice, perfetta. Mentre sfogliavamo libri su libri per trovare una ricetta da provare, ha bussato questa alla nostra porta, e l'idea di zucca e cioccolato si è insinuata talmente tanto nella nostra testa che infornarla era d'obbligo. Come una nuova amica, che più la conosci più te ne sorprendi, più ne scopri sfumature, come pezzi di cioccolato affondati in un impasto alla zucca, più ti affezioni.

Tartare di sgombro e melagrana

19.10.14


L'autunno ha deciso di farsi aspettare. Sta lì, nascosto dietro il sole estivo, pronto a prendere il sopravvento da un momento all'altro. Pronto a profumare le giornate di forni accesi, zuppe calde e pie di mele sovraccarichi di cannella. Si prende gioco, beffardo, dei cavolfiori già cresciuti e delle piogge non ancora cadute. Dei pomeriggi di studio mentre ancora non piove, delle tazze di tea bollente e del buio pesto in piena estate. E con la testa al primo e prossimo camembert di inizio autunno, ancora un pranzo che sa di mare.

Tartelette chocolat framboise (vegan)

12.10.14


Ci sono cose che a parole non si possono dire. Ci sono cose che solo un dolce può esprimere. Solo questo. Frolla, cioccolato, lamponi. Per te, per il tuo compleanno. Perché ogni singolo elemento di questi ti piace da impazzire, e allora l'ho racchiuso in una tartelette, insieme al mio amore. Niente più parole, perché non ce ne sono abbastanza. Buon compleanno mamma.

Tortine di quinoa e prugne

5.10.14


Ci sono cose che ti aspetti, che avevi programmato. Essere semifinaliste, e poi finaliste, del contest organizzato dalle Bloggalline, sebbene fosse un sogno, non era fra queste. Ancor di più, prendere un volo per Milano all'ultimo minuto, per meno di 24 ore. E ancora poterle incontrare, renderti conto che quella vita virtuale che hai costruito è qualcosa di profondamente vero e reale, emozionante, unico. Vedere di presenza quelle persone con cui condividi sentimenti, passioni ogni giorno e poterle finalmente abbracciare, constatare quanto siano realmente belle, bellissime, e piene di passione per quello che fanno. Condividere con loro l'emozione magica di un momento, di parole stimolanti, di qualcosa costruito nel tempo, tassello dopo tassello, con pazienza e perseveranza, con attenzione, che si è evoluto in straordinario. Grazie di tutto Bloggalline, alla prossima! (...e poi quanto è bello condividere un pentolino Agnelli? ;-)

Banana bread granola

30.9.14



Oggi il post lo scrivo io: Mimma. Vorrei poter condividere con voi questo giorno apparentemente qualsiasi, il giorno del mio onomastico, che di solito non uso festeggiare, e di come sia stato qualcosa di unico, irripetibile, emozionante. Un giorno fatto di piccole cose, piccoli gesti, di piccoli atti d'amore che scatenano grandi emozioni. L'emozione di essere una mamma fortunata, una mamma con una figlia adorabile, premurosa, affettuosa.
Già ieri sera c'era fermento in casa. Ritornata dall'ufficio avevo avuto divieto di entrare in cucina, per poi vedere Marta sgattaiolare e chiudersi nella sua stanza, impegnata e meticolosa, e chiedere ad un padre un po' pigro di cercare per lei una spillatrice. E ad ogni proposta di aiuto, mi veniva detto, mi veniva obbligato di rimanere in camera da pranzo. Così, mentre impiegavo il tempo commentando i vostri blog, sbirciavo intorno e mi accorgevo che aveva sgusciato infinite noci. Ecco, le grido affettuosamente, mi hai preparato un dolce con le noci! Ma lei, imperturbabile, non si è lasciata corrompere.

Insalata di bulghur, ceci e avocado and the winner is...

28.9.14



Scegliere è stato difficile. Ci siamo trovate davanti così tante ricette e così tante interessanti che selezionarne una soltanto è stato enormemente difficile. Ed avendoci conquistate così tante delle vostre proposte, ci è dispiaciuto davvero tanto doverne escludere alcune che ci erano piaciute davvero tanto e, che senza ombra di dubbio, riproporremo a casa. Alla fine abbiamo dovuto chiedere anche l'intervento dell'uomo di casa tanto non sapevamo quale scegliere, così da poter assecondare i gusti di tutti a casa.
Ma prima di svelarvi la vincitrice, vi proponiamo la nostra insalata dell'estate: essendo nata una certa passione per l'avocado ed avendone mangiato praticamente uno al giorno per tre mesi, qualcosa di un po' più sfizioso che condirlo semplicemente con un filo d'olio e limone dovevamo pur inventarcelo. Così per risolvere un pranzo ci siamo trovate davanti una confezione di bulghur, mai provato prima. Adesso, ci sono delle cose che nascono per stare insieme. Come bulghur, avocado e ceci. Già dal nome sembrava qualcosa di ottimo, poi l'abbiamo preparato e ci è piaciuto ancora di più, poi ancora abbiamo scoperto che ne esisteva già una. Insomma, a noi è piaciuta da matti e l'abbiamo mangiata quasi sempre essendo velocissima, quindi eccovela, a fine estate, la nostra insalata estiva.

Banana bread di kamut ai mirtilli e lamponi

21.9.14



Di banana bread, qui, non ve ne abbiamo fatti mancare. Prima questo e questo al cioccolato, poi quello alle noci, che ha permesso alla più piccola di noi di riscoprirlo. Da allora è stato amore. Incredibile come un dolce tanto snobbato possa poi diventare uno dei preferiti. Un dolce semplice, da prima colazione o da merenda, di quelli che non stancano mai e del quale se ne possono inventare mille varianti. Certo, ancora a sentir nominar le banane storcere il naso è inevitabile, ma quando si tratta di banana bread, quella sì che è un'altra cosa.