Apple pie, 2 (vegan)

16.12.14


Questi sono giorni di festa per noi. Dicembre è, lo abbiamo detto tante volte, il periodo più bello dell'anno. È il mese in cui si festeggia il compleanno della più piccola di noi e, naturalmente, è per tutta la famiglia una giornata speciale che inizia a festeggiarsi, da sempre, sin dalle prime ore della mattina. Una torta con le candeline accese che papà e mamma le portano a letto mentre lei ancora dorme, o fa finta di dormire. Si, perché lei lo sa, lei aspetta ansiosa che arrivi il 10 dicembre, fa i conti alla rovescia, già dal mese di novembre, e non si alza dal letto finché non le portiamo la torta, fatta da sempre in casa, con le candeline accese. Quest'anno sono 17. Diciassette anni di gioie, pianti, sconfitte e vittorie. Di tanto amore.
E nonostante l'amore spasmodico per il cioccolato, non poteva non lasciarsi cullare anche quest'anno da mele e cannella, dalla sua torta preferita. Dunque all'opera per preparare un confortante pie di mele, ed apple pie è stato...ma vegano!

Speculoos

11.12.14


È sinceramente arrivato il freddo, e possiamo finalmente abbuffarci di biscotti. E non potevano mancare questi, che abbiamo assaggiato per la prima volta questa estate a Bruxelles. Per la ricetta, ci siamo affidate a quella che sul web spacciano come la ricetta originale di Dandoy ma, dimezzando la ricetta, abbiamo dimenticato di dimezzare le spezie. Sinceramente? Meno speziati di così non li avremmo amati così tanto!

Salmone all'arancia e miele in crosta di pistacchi e mandorle con insalata di lenticchie nere

8.12.14


Il Natale profuma di burro e cannella. Dei nostri biscotti preferiti, al cioccolato e arancia, la ricetta dei quali è segreta e che la più piccola mangia da quando è nata (o quasi...). Di pomeriggi passati ad infornare biscotti, pomeriggi a quattro mani e ad un solo cuore. Il Natale è luce e coperte calde, canzoni a tema e domeniche lente. È sognare la neve e i suoi fiocchi, in tutti i loro mille precisissimi ricami, che neanche la mano più abile sarebbe in grado di riprodurre. Chiediamo questo, abbracci e una dose non esigua di cioccolato, e va bene così. Siamo innamorate del Natale, sì, in tutte le sue forme più pagane, nell'atmosfera che solo questa festività è in grado di portare.

Spaghetti integrali con broccoli, curcuma e noci

30.11.14


Quanto cambiano i gusti. Se tre anni fa mi avessero proposto la pasta con i broccoli, avrei storto il naso e detto no all'infinito. Se solo ne avessi sentito l'odore a casa, indice del fatto che ormai non potevo farci più niente: i broccoli e specialmente la pasta con i broccoli erano già lì, preparati, pronti ad aspettarmi a tavola, avrei probabilmente inscenato una crisi isterica. Qualcuno avrebbe detto che no, i broccoli non mi piacevano molto.
Adesso, non si sa per quale incredibile grazia, i broccoli mi piacciono. E anche tanto. Indovinate chi vuole sempre i broccoli a casa? Indovinate qual è la mia pasta preferita?
A Palermo c'è un po' di confusione fra broccoli e cavolfiori, talvolta mi confondo anche io: il cavolfiore qui si chiama broccolo e i broccoli sono gli sparacelli, e la pasta si prepara solitamente con il finto broccolo (ovvero il cavolfiore), "arriminato" in padella e poi con pinoli e uvetta. Noi, per non confonderci, abbiamo usato i broccoli veri (che con questi, in realtà, la pasta ci piace anche di più!) e abbiamo tagliato la testa al toro.

Avocado Brownies

23.11.14


Mi sento profondamente insicura. Insicura su ciò che sono, quella che sarò e su ciò che so fare. Come se non bastasse mai, come se io non mi bastassi mai. Come se avessi paura. Metto in dubbio tutto, me stessa e tutto ciò in cui mi ero convinta di andare bene, di essere brava. Quando, invece, dovrei mettermi in gioco. Mi cullo nel mio mondo sicuro, nella mia bolla protettiva, stretta tra un plaid bianco, una tazza di tea ed un gattino peloso, quando a volte, tutto quello che vorrei, è rompere quegli schemi. Sono una bomba ad orologeria, pronta ad esplodere. Nel frattempo, la calma.
Questi brownies mi hanno dato da penare. Così scuri da non distinguersi, da nascondersi e da nascondere il loro cuore fondente pur di non farsi fotografare. Eppure, ve lo giuro, (io) sono da mozzare il fiato. Sono eternamente insoddisfatta di come vi si presentano qui, ma dategli una chance, se la meritano eccome!
...Quando light e salutare, non combaciano per niente ;-) chi direbbe che dietro questi dolcetti stracarichi di cioccolato si nasconde quel mostriciattolo verde dell'avocado?

Crispbreads svedesi

16.11.14



...ovvero, di come abbiamo deciso di fare in casa i Wasa, o lo knackerbrot dell'Ikea. Ma sì, dai, quei cracker super croccanti, super rivestiti di farina che, a seconda dei gusti, possono essere l'invenzione più geniale al mondo o sapere terribilmente di cartone. A noi, che abbiamo i paesi nordici nel cuore, piacciono infinitamente. Fatti in casa, ancora di più. L'uomo di casa li ha divorati...che volere di più?