Avocado Brownies

23.11.14


Mi sento profondamente insicura. Insicura su ciò che sono, quella che sarò e su ciò che so fare. Come se non bastasse mai, come se io non mi bastassi mai. Come se avessi paura. Metto in dubbio tutto, me stessa e tutto ciò in cui mi ero convinta di andare bene, di essere brava. Quando, invece, dovrei mettermi in gioco. Mi cullo nel mio mondo sicuro, nella mia bolla protettiva, stretta tra un plaid bianco, una tazza di tea ed un gattino peloso, quando a volte, tutto quello che vorrei, è rompere quegli schemi. Sono una bomba ad orologeria, pronta ad esplodere. Nel frattempo, la calma.
Questi brownies mi hanno dato da penare. Così scuri da non distinguersi, da nascondersi e da nascondere il loro cuore fondente pur di non farsi fotografare. Eppure, ve lo giuro, (io) sono da mozzare il fiato. Sono eternamente insoddisfatta di come vi si presentano qui, ma dategli una chance, se la meritano eccome!
...Quando light e salutare, non combaciano per niente ;-) chi direbbe che dietro questi dolcetti stracarichi di cioccolato si nasconde quel mostriciattolo verde dell'avocado?

Crispbreads svedesi

16.11.14



...ovvero, di come abbiamo deciso di fare in casa i Wasa, o lo knackerbrot dell'Ikea. Ma sì, dai, quei cracker super croccanti, super rivestiti di farina che, a seconda dei gusti, possono essere l'invenzione più geniale al mondo o sapere terribilmente di cartone. A noi, che abbiamo i paesi nordici nel cuore, piacciono infinitamente. Fatti in casa, ancora di più. L'uomo di casa li ha divorati...che volere di più?

Galette con mele, funghi e taleggio

10.11.14


Ci sono cose che non digeriamo: la maleducazione, la presunzione, l'arroganza e le pizze lievitate male. Una pizza disastrosa in un locale nel quale siamo state invitate è stato l'incubo del nostro sistema digerente nel fine settimana. Sarà che forse il nostro stomaco non è troppo resistente, ma la qualità di ciò che si mangia ha sempre un impatto fondamentale su genuinità e gusto.
Sosteniamo un'alimentazione semplice e allo stesso tempo ricca di sapore, con materie prime di ottima qualità e provenienti da agricoltura biologica e a km zero, come da sempre abbiamo fatto: la mamma si preoccupava di preparare in casa gli stessi omogeneizzati alla piccola e di fare entrare in casa pochi prodotti industriali. Siamo all'antica, ci piace andare al mercato biologico del sabato qui a Palermo (che tante volte abbiamo citato) e perderci fra colori e profumi della frutta e delle verdure appena colte, di colori sgargianti e abbaglianti. E ancora fra le uova fresche, quelle bianche e piccoline, e i formaggi dei produttori locali.
Ed è questa la filosofia di questa galette, con le mele dei nostri ortolani di fiducia, un taleggio biologico, il burro buono e la magnifica farina di tumminia.

Cake di mele grattugiate, noci e timo

9.11.14


L'autunno sa di forni accesi. Di formaggi stagionati e zuppe calde. Di primi pomeriggi passati a studiare e ultime luci. Sa di coperte che abbracciano durante la notte e raffreddori. Sa di sciarpe avvolgenti e infinite e ancora di attimi rubati, portati via dal vento. Sa delle prime tazze bollenti di tea; ma anche di te. Sa di noci e cannella. Sa di settembrini. Sa di domeniche lente. Sa di bello, sa di nuovo.
L'autunno sa che sarà difficile. Sa che ce la farai. Sa che broccoli e cavolfiori hanno bisogno di pioggia per essere teneri, come me, come te. Sa che piangerai, sa che riderai.
L'autunno sa(luta) la pigra estate. Sa(ncisce) nuovi inizi.

Biscotti di farro e cacao all'olio extravergine d'oliva

2.11.14



Avevamo già parlato di quanto aspettassimo impazienti l'autunno, le tazze di tea bollenti ad ogni ora del giorno (e di conseguenza, biscotti e torte per accompagnarli), i maglioni caldi e i primi piumini. E siccome qui sul blog biscotti non spuntavano da troppo tempo e qualcuno (e no, non colei alla quale appartengono le manine in foto) non fa altro che chiedere biscotti per la prima colazione tutto il tempo e tutto l'anno, eccola accontentata. Ci sono un'enormità di tuorli, quindi se volete preparare macarons o angel cakes e non sapete come utilizzare i tuorli rimanenti (se non rifilarli al papà/marito strapazzati...), questa è la ricetta giusta. Con un infuso caldissimo è pronta a dare, finalmente, il benvenuto all'autunno (e al primo, interminabile, cioccolato). 
P.S.: attenzione, creano dipendenza.

Torta di zucca e cioccolato

26.10.14


Abbiamo passato le ultime due settimane alla ricerca della torta di zucca perfetta. Una che ci facesse compagnia accanto alla tazz(on)a di tea delle cinque e sentire finalmente il sapore e il profumo dell'autunno. Tra cake e pumpkin pie buoni, ma che non ci avevano convinto appieno, è spuntata questa: rustica, semplice, perfetta. Mentre sfogliavamo libri su libri per trovare una ricetta da provare, ha bussato questa alla nostra porta, e l'idea di zucca e cioccolato si è insinuata talmente tanto nella nostra testa che infornarla era d'obbligo. Come una nuova amica, che più la conosci più te ne sorprendi, più ne scopri sfumature, come pezzi di cioccolato affondati in un impasto alla zucca, più ti affezioni.

Tartare di sgombro e melagrana

19.10.14


L'autunno ha deciso di farsi aspettare. Sta lì, nascosto dietro il sole estivo, pronto a prendere il sopravvento da un momento all'altro. Pronto a profumare le giornate di forni accesi, zuppe calde e pie di mele sovraccarichi di cannella. Si prende gioco, beffardo, dei cavolfiori già cresciuti e delle piogge non ancora cadute. Dei pomeriggi di studio mentre ancora non piove, delle tazze di tea bollente e del buio pesto in piena estate. E con la testa al primo e prossimo camembert di inizio autunno, ancora un pranzo che sa di mare.